Proprietà delle More

La pianta è utilizzata per delimitare proprietà e poderi con funzione principale difensiva. Altre funzioni delle siepi a rovo sono nella fornitura di nettare per la produzione del miele (in Spagna), nella associazione di specie antagoniste di parassiti delle colture, nella formazione di corridoi ecologici per specie animali.
Il frutto, annoverato tra i cosiddetti frutti di bosco, ha discrete proprietà nutrizionali con marcata presenza di vitamine C e A. Presenta indicazioni in erboristeria per le sue proprietà astringenti e lassative.
È commercializzato per scopi alimentari al naturale e come guarnizione di dolci, yogurt e gelati, oppure nella confezione di marmellate, gelatine, sciroppi, vino e acquavite.

photo

Caratteristiche del prodotto

La pianta della mora comunemente chiamata rovo, nome scientifico Rubus ulmifolius, è una pianta spinosa appartenente alla famiglia delle Rosaceae.
Prodotto costituito da frutti interi e surgelati.
La materia prima fresca è sana, ben formata, al giusto punto di maturazione, esente da malattie, da difetti chimico fisici e da danni causati dall’azione di insetti e parassiti.
Dopo la raccolta i frutti sono sottoposti ad adeguate fasi di controllo e lavorazione: selezione qualitativa, pulitura/cernita, surgelazione e confezionamento.

photo

Caratteristiche visive e organolettiche

Aspetto: frutti interi surgelati
Colore: nerastro lucido
Odore: tipico, gradevole, delicato, non forte o acido
Sapore/aroma: tipico, fresco, dolce
Consistenza: morbida, soda

more